Esci dai Frame

  CONVERSIONE DELL'ENERGIA Docente:   M. Gambini - M. Vellini
    Programma del Corso
 
PROGRAMMA
Panoramica sui fabbisogni di energia, sulle fonti energetiche e sui sistemi di conversione dell’energia.
Metodologie di analisi degli impianti di conversione dell’energia. Analisi di primo e secondo principio. Analisi entropica. Sviluppo della metodologia di analisi basata sui “fattori termodinamici”: fattore Carnot, fattore Clausius, fattore di molteplicità delle sorgenti.
Cicli a vapore: analisi termodinamica del ciclo base di riferimento limite e reale. Scelta dei parametri operativi del ciclo: le condizioni al condensatore e al generatore di vapore. Modifiche al ciclo base: il risurriscaldamento del vapore, la rigenerazione termica tramite spillamenti di vapore. Tipologie di rigeneratori, il degassatore. Schema impiantistico di un ciclo a vapore rigenerato e dotato di risurriscaldamento del vapore.
Cicli a gas: analisi termodinamica del ciclo base di riferimento ideale, limite e reale semplificato. Scelta dei parametri operativi del ciclo: rapporto di compressione e temperatura massima. Eventuali modifiche al ciclo base: rigenerazione, frazionamento della compressione e/o della espansione.
Cicli combinati gas-vapore: benefici termodinamici connessi alla combinazione del ciclo a gas con quello a vapore. Il ciclo ideale di riferimento. Criteri di ottimizzazione termodinamica dei cicli a recupero alimentati da sorgenti a temperatura variabile. Il rendimento dei cicli combinati ed il rapporto di potenze tra sezione a gas e sezione a vapore.

RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO
Fornire le metodologie di analisi termodinamica dei cicli di conversione dell’energia e definire i criteri per l’ottimizzazione delle loro prestazioni energetiche.

PROPEDEUTICITÀ
Anche se non sono previste propedeuticità formali, prima di frequentare il corso di è fortemente consigliato di aver sostenuto l'esame di Macchine.

TESTI DI RIFERIMENTO
M. Gambini, “Appunti per le lezioni di Conversione dell’Energia”, Texmat 2005