Esci dai Frame

  CALCOLO AUTOMATICO DEI SISTEMI MECCANICI Docente: Pietro SALVINI Email: salvini@uniroma2.it Telefono: 7140
    Programma del Corso
 
OBIETTIVI DEL CORSO:
L'obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti necessari ad un uso corretto dei metodi più avanzati per il calcolo strutturale, statico o dinamico, lineare e non lineare.

PROGRAMMA:
Strumenti numerici di base: Computer Aided Engineering, richiamo di calcolo matriciale, soluzione di sistemi lineari sovradeterminati, sottodeterminati e ben definiti; metodi per la risoluzione di grandi sistemi di equazioni lineari Elementi di base del metodo degli elementi finiti: Tipologia di problemi affrontabili mediante la tecnica degli elementi finiti, legame costitutivo lineare, metodi dei coefficienti di rigidezza o di flessibilità Elementi finiti a formulazione analitica: Elemento asta, barra di torsione, trave in flessione (Eulero) nel piano, trave completa nel piano e nello spazio, cambio sistemi di riferimento; assemblaggio di elementi finiti e numerazione, trattamento dei vincoli esterni ed interni; condensazione statica della matrice di rigidezza; sottostrutturazione e sottomodellazione Elementi finiti a formulazione approssimata: Formulazione mediante Principio dei Lavori Virtuali; formulazioni alternative: variazionali o Ritz, residui pesati (Galerkin, collocamento, minimi quadrati); Elementi lineari; elemento trave Timoshenko e fenomeno del loking; elemento membrana piano a tre e quattro nodi; elemento membrana piano a 8 9 nodi o uso di più gradi di libertà per nodo; elemento piastra di Mindling e fenomeno del locking; elementi assialsimmetrici; elemento solido a quattro nodi Elementi finiti isoparametrici: Uso di coordinate naturali, integrazione numerica, integrazione selettiva; Patch test Problemi dinamici: matrici di massa concentrate e distribuite; risoluzione problema autovalori; metodi di integrazione diretta; risposta armonica Problemi non lineari: Algoritmi risolutivi; Stress stiffening; non linearità geometrica e Buckling; materiali non lineari; contatto.



PROPEDEUTICITA':
Esami della laurea triennale



TESTI CONSIGLIATI:
Dispense ed appunti delle lezioni
G. Belingardi - Il metodo degli elementi finiti nella progettazione meccanica� - Levrotto & Bella - Torino 1995.

BREVE CURRICULUM DOCENTE:
Nato a Roma il 5 luglio 1961.
laureato con lode in Ingegneria Meccanica presso L'Università di Roma ''La Sapienza'' (1987). Ricercatore Universitario di Costruzione di Macchine presso l'Università di Roma ''Tor Vergata'' (1990-99). Supplente del corso di Costruzione di Macchine presso l'Università di Cassino (1994-98). Professore Associato di Costruzione di Macchine presso l'Università di Cassino (dal 1998). Professore Ordinario di Costruzione di Macchine (2000)