Esci dai Frame

  DIRITTO PUBBLICO DELL'ECONOMIA Docente: Claudio Franchini Email: c.franchini@tin.it Telefono: 0672592419
    Programma del Corso
 
“PROGRAMMA DI ATTIVITÀ”
Anno Accademico 2013/2014

Questo programma contiene, innanzitutto, indicazioni e consigli per gli studenti della Facoltà che seguono il corso di Diritto pubblico dell’economia e che intendono sostenere il relativo esame.
Esso è diretto, in secondo luogo, ai laureandi e ai laureati che vogliono perfezionarsi nella materia.

1) Corso di Diritto pubblico dell’economia.
a) Programma del corso.
Il corso del prof. Claudio Franchini sarà articolato in due parti.
La prima verrà dedicata all’esame della “nuova costituzione economica” in prospettiva dell’integrazione europea.
Nella seconda verranno analizzati, con l’ausilio di casi e materiali e, ove possibile, anche con l’intervento di esperti, temi di stretta attualità interessanti il diritto pubblico dell’economia (disciplina nazionale del mercato e della concorrenza, servizi pubblici, privatizzazioni, intervento pubblico indiretto e politiche comunitarie, controllo della finanza pubblica, controllo della moneta e della valuta, disciplina della finanza privata).
b) Lezioni.
Il corso, che sarà tenuto con la collaborazione dei dottori Marco Macchia, Biancamaria Raganelli e Maurizia De Bellis, avrà inizio mercoledì 20 novembre 2013.
La partecipazione all'intero corso comporterà una agevolazione ai fini dell'esame.
c) Testi per la preparazione dell'esame.
Per la preparazione dell'esame, si consiglia di utilizzare:
S. CASSESE, La nuova Costituzione economica, Roma-Bari, Laterza, ultima ed., 2012.
d) Attività didattiche integrative.
Su richiesta degli studenti, potranno essere organizzate esercitazioni e seminari con date e modalità da stabilirsi. Il programma verrà affisso presso la Segreteria didattica della cattedra.

3) Esame.
Si consiglia agli studenti di sostenere l’esame nella sessione successiva alla conclusione del corso.
Gli studenti fuori corso possono scegliere tra il programma di esame indicato successivamente e quello adottato al momento della loro iscrizione.

4) Preparazione dell’esame.
Gli studenti sono invitati a iniziare lo studio del testo con congruo anticipo.
Si consiglia agli studenti di esercitarsi nel corso dell'anno con prove scritte, sia in vista della redazione della tesi di laurea, sia per l'importanza delle prove scritte in tutti i concorsi.

5) Tesi di laurea.
È richiesta la conoscenza della materia, acquisita preferibilmente mediante la frequenza del corso e delle altre attività didattiche integrative.
Si consiglia di pensare all'argomento sul quale si desidera svolgere la tesi. Proposte di temi potranno essere suggerite anche dal docente. Le proposte di tesi saranno discusse insieme con gli interessati, in modo da definire orientativamente l'argomento. In seguito, il laureando svolgerà una breve indagine preliminare sul tema prescelto, al fine di verificare la fattibilità della tesi (esistenza dei materiali necessari, accessibilità e disponibilità degli stessi) e l'eventuale necessità di definire più precisamente il tema.
Presso la Segreteria didattica della cattedra è a disposizione degli studenti interessati un fascicolo intitolato ''Consigli per la preparazione della tesi di laurea in Diritto amministrativo e in Diritto pubblico dell’economia''.

6) Programma ''Erasmus-Socrates'' e altre forme di collaborazione internazionale.
Gli studenti stranieri che frequentano la Facoltà avvalendosi del programma ''Erasmus-Socrates'' o di altre forme di collaborazione internazionale possono rivolgersi per informazioni direttamente ai docenti interessati.

7) Attività di aggiornamento, di orientamento e di perfezionamento.
Viene svolta una attività di aggiornamento e di orientamento per gli studenti che si laureano o che, comunque, intendono approfondire la loro preparazione nelle materie pubblicistiche. Inoltre, verranno organizzati:
a) una serie di incontri e seminari con professori italiani e stranieri, che avranno ad oggetto temi fondamentali del diritto pubblico ovvero verteranno sulla metodologia scientifica, diretti specialmente a coloro che sono interessati all'attività di ricerca.
b) dibattiti su volumi scientifici recenti o su ricerche in corso su temi di diritto pubblico, con particolare riferimento al diritto pubblico dell'economia (gli incontri saranno aperti da una presentazione dell'autore della ricerca, alla quale seguirà una discussione; uno schema della ricerca verrà distribuito ai partecipanti in precedenza); il calendario degli incontri e dei seminari sarà comunicato mediante avvisi affissi presso la Facoltà e presso la Segreteria didattica della cattedra.

8) Attività di ricerca.
Attualmente sono in corso di svolgimento numerose ricerche.
Alle ricerche possono partecipare, come uditori, anche studenti e, in particolare, laureandi e neolaureati. Gli interessati possono chiedere informazioni direttamente ai professori interessati, che determineranno limiti e modalità della partecipazione.

9) Letture consigliate in Diritto amministrativo e in Diritto pubblico dell’economia.
I laureandi e i laureati che intendano perfezionarsi in Diritto amministrativo e in Diritto pubblico dell’economia dovrebbero ampliare la loro cultura giuridica, leggendo sia opere di carattere generale, sia scritti relativi ai principali settori del diritto amministrativo. Presso la Segreteria didattica della cattedra è disponibile un elenco delle letture consigliate per aree disciplinari e temi.

10) Notizie su convegni.
Vengono fornite informazioni su congressi, convegni, seminari italiani e stranieri, con i relativi inviti e programmi.

11) Collaborazioni continuative con altri gruppi di ricerca nazionali e internazionali.
Vengono svolte alcune attività didattiche e di ricerca in collaborazione con l'Institut d'études politiques di Parigi, la London School of Economics and Political Science, lo University College di Londra, l’University of Nottingham, l'Istituto universitario europeo di Firenze, l’Istituto di ricerche sulla pubblica amministrazione, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e le Cattedre di diritto amministrativo della Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Roma ''La Sapienza'', delle Facoltà di scienze politiche delle Università di Firenze e di Pisa, della Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Siena e delle Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Lecce.

12) Informazioni su borse di studio e istituti di perfezionamento.
Vengono fornite informazioni su bandi e regolamenti relativi a borse di studio, istituti e scuole di perfezionamento e ad iniziative postuniversitarie in generale.