Esci dai Frame

  ELETTROTECNICA 1 - ON LINE Docente: Mario Salerno Email: salerno@uniroma2.it Telefono: 0672597404
    Programma del Corso
 
Lo scopo del corso di Elettrotecnica è quello di descrivere i circuiti elettrici e di fornire i mezzi tecnici adatti alla loro risoluzione. Questo problema è chiamato ''analisi dei circuiti elettrici''. In contrapposizione si parla di ''sintesi'' o di ''progettazione'', quando a partire da certe esigenze o requisiti, si desidera progettare un circuito adatto allo scopo (questa parte esula dal presente corso).
L'analisi dei circuiti, dal punto di vista generale è un problema molto complesso, sia per l'elevata complessità di questi sistemi, sia per le difficoltà insite nello loro stesso funzionamento. Poiché il corso di Elettrotecnica è ridotto a un solo modulo (denominato Elettrotecnica 1), risulta necessario effettuare alcune scelte e alcune esclusioni, che limitano la classe di circuiti analizzati e le loro modalità di funzionamento.
Precisamente il corso sarà limitato al caso di ''circuiti lineari'', e cioè circuiti dai quali sono esclusi alcuni tipi di componenti, primo fra tutti il diodo (la cui caratteristica tensione/corrente è non lineare).
Inoltre, fra le modalità di funzionamento dei circuiti lineari, sono state considerate solo quelle denominate ''analisi nel dominio del tempo di circuiti senza memoria'' e ''analisi in regime permanente di circuiti con memoria''. Risultano così escluse dal corso, per la limitatezza delle ore disponibili, ''l'analisi nel dominio del tempo di circuiti con memoria'' e ''l'analisi nel dominio di Laplace'', che sono tuttavia estremamente importanti nelle applicazioni. I concetti sviluppati nel corso permettono quindi di affrontare problemi in regime sinusoidale (utilizzando il metodo dei fasori), ma non problemi in regime transitorio.
Il corso ha carattere tecnico e quindi è importante che alla conoscenza degli argomenti segua una opportuna capacità di svolgere esempi concreti. A ciò è dedicata la sezione ''esercitazioni'', nella quale è presente un ampio repertorio di circuiti elettrici da analizzare, del tipo considerato e funzionanti con le modalità previste nel corso. Esempi analoghi formeranno l'oggetto dell'esame, nel quale bisognerà dimostrare la capacità di scrivere le equazioni risolventi di un circuito, di risolvere le stesse e di effettuare le opportune verifiche.
Il corso di Elettrotecnica segue vari corsi di Analisi matematica e di Fisica. Si considerano pertanto note le nozioni di Fisica Sperimentale, e in particolare le parti relative all'elettrostatica e alla magnetostatica. Le nozioni di tensione, corrente, potenza sono considerate note, così come le relative unità di misura. Il corso sviluppa i circuiti secondo l'approssimazione dei ''circuiti a costanti concentrate'', e cioè considerando un circuito come un insieme di componenti connessi fra loro tramite i morsetti esterni, escludendo qualunque considerazione di tipo campistico. Non vengono esaminati i limiti di tale trattazione (i quali, o sono stati accennati nei corsi di Fisica, o sono troppo complessi per essere affrontati in una trattazione elementare).
Dai corsi di Analisi Matematica, interessa l'uso dei concetti di derivata e integrale, di algebra delle matrici, e di calcolo nel campo dei numeri complessi. I metodi elementari di risoluzione di sistemi di equazioni lineari sono anche considerati noti. Per la comprensione di alcune parti del corso, alcuni di questi concetti sono brevemente richiamati. Si prega di fare molta attenzione allo svolgimento dei calcoli. Errori numerici, nel campo dell'ingegneria, rendono sempre vano tutto il procedimento seguito.