Esci dai Frame

  ISTITUZIONI DI DIRITTO ROMANO Docente: Giovanni Finazzi Email: rozzi@juris.uniroma2.it Telefono: 0672592314
    Programma del Corso
 
Programma di Istituzioni di diritto romano (Prof. Giovanni Finazzi M-Z)
A.A. 2012/2013

Il Corso, di taglio tradizionale, ha per oggetto l’esposizione del diritto privato romano. Nell’ambito delle varie problematiche affrontate saranno tracciate le linee di sviluppo storico degli istituti. In particolare, dopo una introduzione diretta a illustrare le finalità dello studio del diritto romano, la distinzione fra diritto privato e diritto pubblico, le periodizzazioni e il metodo di insegnamento, saranno esaminati i seguenti aspetti: 1) Diritto oggettivo e diritto soggettivo; 2) Diritto delle persone e di famiglia; 3) Fatti, atti e negozi giuridici; 4) Il processo e la tutela dei diritti; 5) Diritti reali; 6) Obbligazioni; 7) Successioni e donazione. Testo consigliato: Mario Talamanca, Istituzioni di diritto romano, Milano, 1990 (Dott. A. Giuffrè Editore). Studenti immatricolati precedentemente all’a.a. 2011/2012. Per gli studenti immatricolati fino all’a.a. 2010/2011 compreso,già afferenti al corso della Prof. Piattelli, sarà possibile portare, in alternativa al testo consigliato e al corrispondente programma, i testi e il programma relativi all’anno di immatricolazione. Precolloquio: durante il periodo degli esami della sessione invernale (mese di febbraio e inizi di marzo) sarà possibile, per le sole matricole, sostenere un PRECOLLOQUIO: Il colloquio ha per oggetto le pp. 3-272 del testo consigliato (corrispondente ai capitoli I-IV). In caso di esito positivo, verrà accordato l’esonero dal portare all’esame finale i capitoli corrispondenti alle pagine menzionate. In caso di esito solo parzialmente positivo del precolloquio, il docente si riserva l’alternativa di concedere l’esonero limitatamente alle parti sulle quali è stata conseguita valutazione positiva o di non concedere affatto l’esonero. In ogni caso, il superamento totale o parziale del precolloquio non esime, in sede di esame finale, dalla necessaria conoscenza delle nozioni presupposte, richiamate o collegate, ancorché rientranti nella parte per la quale sia stato conseguito l’esonero.

sarà permesso di conseguire l'esonero anche limitatamente ai primi tre capitoli, restando inteso che, in tale caso, il capitolo IV sarà oggetto dell'esame finale insieme alla restante perta del programma.

Attività seminariali: il docente si riserva di comunicare a lezione l’attivazione di eventuali seminari.